L’archeologo Gianfranco de Benedittis ha presentato al nostro club, nel corso della conviviale dell’11 gennaio 2018, il suo volume “Monte Vairano, distruzione oblio rinascita” che raccoglie quarant’anni di studi e ricerche su Monte Vairano, antica città sannita.

Alla presentazione ha partecipato anche il dott. Luigi Sansone, past President del Rotary Club Campobasso e Presidente della Banca Popolare delle Province Molisane che ha permesso di realizzare l’opera, dimostrando ancora una volta attenzione e sensibilità per i beni culturali della nostra regione e la professoressa Isabella Astorri, Presidente della Società Italiana Protezione Beni Culturali del Molise.

Il relatore de Benedittis ci ha così raccontato la sua scoperta: «A Monte Vairano c’è una fortificazione sotterranea praticamente intatta, con i resti di strade, piazze, case ed edifici pubblici. Forse era la leggendaria Aquilonia. Quello che è certo è che si tratta di un agglomerato urbano di 50 ettari con una cinta muraria di tre chilometri. Un centro esteso tra gli attuali territori di Busso, Baranello e Campobasso, a cinquecento metri dalla Cattolica».