Giovedì 19 aprile 2015
GUARAGNELLA

Conviviale con Ospiti – Hotel San Giorgio, ore 20:00

Relazione del prof. Pasquale Guaragnella sulla figura dell’Illuminista Molisano Francesco Longano

Curriculum Vitae del Prof. Pasquale Guaragnella

Pasquale Guaragnella è professore di Letteratura italiana nell’Università di Bari. Studioso di storia delle idee e delle forme in età moderna, ha pubblicato: La prosa e il mondo. «Avvisi» del moderno in Sarpi, Galilei e la nuova scienza (Adriatica, 19982); Le maschere di Democrito e di Eraclito. Scritture e malinconie tra Cinque e Seicento (Schena, 1990); Gli occhi della mente. Stili nel Seicento italiano (Palomar, 1997). È autore di saggi e interventi su Torquato Tasso, Giambattista Basile, Benedetto Castelli, Traiano Boccalini e altri autori cinque-seicenteschi. Si è occupato inoltre del «riso» tra Otto e Novecento e in tale ambito della prosa di Antonio Labriola. Altri suoi studi riguardano problemi di critica tematica e retorica. È nella redazione di «Belfagor» e di «Antichi e Moderni» (supplemento annuale di «Schede umanistiche»).

E’ stato direttore scientifico della prima summer school di Lingua, cultura e civiltà italiana organizzata dal C.I.R.C.E.O.S. (Centro Interuniversitario per la Ricerca e la Cooperazione con l’Europa Orientale e Sud-orientale – Bari, 11-22 luglio 2005).

È nel Comitato Tecnico-Scientifico del progetto nazionale Italiano lingua seconda: lingua di contatto e lingua di cultura, promosso dal MIUR per la realizzazione di un corso di formazione a distanza sulla didattica dell’italiano a stranieri per docenti delle scuole primarie e secondarie, progetto del quale è anche referente regionale.

E’ referente scientifico per l’università di Bari del progetto COMENIUS 3 – Ewhum, finanziato dall’Unione Europea, progetto di cui, dal 2003 al 2004, è stato anche coordinatore. In questo ambito ha tenuto, nel novembre 2006, una relazione su La collaborazione tra Università e Licei: ricerca accademica e trasmissione del sapere, all’interno del convegno di studi L’umanesimo come sostanza politica europea (Napoli, 16-18 novembre 2006).

Nell’ambito dei rapporti e degli scambi scientifici tra Italia e Argentina promossi dall’università di Bari, ha coordinato un corso di Lingua e cultura italiana presso l’università di Conception dell’Uruguay. Ha tenuto, all’interno del corso “La qualificazione delle reti esistenti tra Puglia e Argentina attraverso un sistema di e-learning denominato Open Fad”, promosso dal MAE in collaborazione con l’università di Bari e con l’università “La Sapienza” di Roma, un modulo di lezioni su Tipologie e particolarità della lingua italiana, ed uno su Internazionalizzazione e diffusione della lingua italiana. Nell’ambito della giornata conclusiva del progetto, ha illustrato una ricerca dal titolo L’italiano come “seconda lingua” argentina (Bari, 28 settembre 2004). Fa parte del comitato scientifico del progetto ELLEU (Insegnamento e apprendimento a distanza delle lingue nell’Unione Europea) coordinato dal Prof. Mirko Tavoni in collaborazione con il consorzio ICON.

Da luglio 2006 è Presidente dell’IRRE Puglia, in collaborazione col quale coordina corsi bisettimanali annuali di lingua italiana per studenti delle Università di Podgorica – Niksic (Montenegro), Belgrado (Serbia), Nitra, Bratislava (Rep. Slovacca) Banja Luka (Bosnia Erzegovina), Elbasan, Valona (Albania) Stettino,Varsavia, Cracovia, Katowice (Polonia), Bucarest (Romania), Mosca, San Pietroburgo (Russia), Praga, Brno (Rep. Ceca), Pecz, Budapest (Ungheria), università con cui coordina anche progetti di scambio Socrates-Erasmus. E’ altresì titolare di rapporti di cooperazione con le università di Eichstaett, Bonn, Muenster e Mannheim (Germania). In questo ambito è stato curatore del volume Lingua italiana Mediazione linguistica Università europee, edito da Pensa (2002).